cassetti confusi

cassetti confusi

mercoledì 27 febbraio 2019

IL CONCERTO DEGLI STONES A TORINO E I MONDIALI DELL'82 - UN DISCO E UN RACCONTO


Racconti emozionanti e divertenti di quella memorabile, calda, afosa estate in cui vincemmo i Mondiali di Calcio.

..."In quel periodo abitavo a Torino dove gli Stones si esibirono l’11 e il 12 luglio. La finale, Italia-Germania, si disputò la sera dell’11 alle 20.30, mentre il concerto si svolse dalle 15:30 alle 18:00. Due eventi grandiosi memorabili ed irripetibili in un solo un giorno, roba da scoppiare per il sovraccarico di emozioni. "...



Se ti interessa il il racconto ed anche il video di quell'evento vai a magazzin inesistenti: the-rolling-stones-1965-70-speciale-tournee-estate-1982-di-mr-hyde/

lunedì 11 febbraio 2019

"The Complete Savoy Sessions” di Charlie Parker e gli esordi di Miles Davis


“Charlie Parker – The Complete Savoy Sessions”


Bird e Dizzy stavano tracciando i nuovi percorsi del Jazz: era iniziato il periodo d’oro del Bebop. Nel 1945 Charlie Parker aveva 25 anni, mentre Miles Davis ne aveva 19. Dal 1944 al 1948 furono registrate diverse sessions delle varie formazioni di cui Bird e poi anche Miles (dal 1945 in avanti) fecero parte. Una ricca selezione dei brani incisi nelle varie occasioni fu inserita in seguito nel box set (5 LP vinile – Arista Records nell’edizione americana del 1978): “Charlie Parker – The Complete Savoy Sessions” interpretato da un gruppo di grandi nomi del jazz. Oltre a Bird, Dizzy Gillespie, Miles, ai fiati, vi figurano Max Roach alla batteria, Bud Powell al pianoforte, Curley Russell, Tommy Potter, Nelson Boyd al basso insieme ad altri.

Il grande Jazz e i suoi eroi. I divertenti retroscena di una di queste session. Anzi, la prima in cui Miles Davis fu chiamato da Bird a suonare nel suo gruppo e registrare insieme brani  che sarebbero entrati nelle leggenda .

Per continuare a leggere ed ascoltare vai all'articolo completo QUI




domenica 3 febbraio 2019

“Within You, Without You”: l’India e la psichedelia di George Harrison

Avete ascoltato mai “Within You, Without You”  di George Harrison che fa parte dello storico Album dei Beatles "SGT. PEPPER'S LONELY HARTS CLUB BAND" ?





..Ne parlo qui, su MAGAZZINI INESISTENTI

sabato 26 gennaio 2019

ALLA LARGA DAI BUCHI NERI - considerazioni per il giorno della memoria

27 GENNAIO 2019

Anche nella Terra, oltre che nello spazio, esistono buchi neri (*) dotati da una densa energia di segno negativo che unita ad una profonda e triste ignoranza spinge chi li frequenta a compiere gesti terribili (che ne so, profanare tombe, violentare donne, adorare dittatori e assassini morti e sepolti, maneggiare armi di ogni genere, leggere passi del ' Mein Kampf', ed altre colossali mostruosità gratuite). Se fossi l'anima di un prigioniero morto in un qualsiasi campo di sterminio prenderei per mano qualcuno di questi ragazzi e lo porterei a fare un giro per quei luoghi, dove l'umanità si è persa..Così, per guarirlo dalla sua ignoranza, in modo che possa anche lui raccontare..

Per questo, mentre costoro continuano a vanificare la loro vita dietro ai deliri di qualche folle imbonitore, io continuerò a parlare di quanto orrendo, disumano, assolutamente privo di senso, è stato quel periodo storico che ha travolto anche il nostro Paese!






(*) I BUCHI NERI sono dei corpi celesti che hanno una densità elevatissima e che inghiottono qualsiasi forma fisica, dalla materia alla luce, che si trovi a passare in loro prossimità..Insomma dei grossi mostri a forma di imbuto che risucchiano nel loro interno, le loro vittime distruggendole..



Concludo con questa bella cover di  "WITH GOD  ON  OUR SIDE " di Bob Dylan , cantata da Bon Iver.
I NAZISTI  rivendicavano di avere Dio dalla propria parte «Gott mit Uns», così come ricorda nelle sue parole Dylan:  «Quando la seconda guerra mondiale si concluse/Noi perdonammo i tedeschi e poi ne diventammo amici/Anche se ne hanno ammazzati 6 milioni/Li hanno bruciati nei forni/Anche i tedeschi adesso hanno Dio dalla loro parte».













lunedì 31 dicembre 2018

IL MAGICO CALENDARIO DI CASSETTI CONFUSI 2019

Non poteva mancare anche quest'anno il CALENDARIO DI CASSETTI CONFUSI. No, non poteva mancare... Il tema di questa'anno è  "CARTOLINE SURREALISTE" .Onestamente non so a cosa a può servire ma tanto nell'era dell'esaltazione dell'inutile penso che un posto gli spetti senz'altro. E poi  è anche una scusa per fare 

I MIGLIORI AUGURI PER UN 2019,  
AFFASCINANTE, INTERESSANTE, EMOZIONANTE, ETC..ETC..MA ANCHE SOLO TRANQUILLO E SENZA ROTTURA DI P..LLE..

E sopratutto in armonia con le persone che amate...



























lunedì 24 dicembre 2018

VIGILIA DI NATALE A BASE DI PESCE - 2018



Anche quest'anno, come anche negli anni scorsI è successo in Cassetti Confusi dedico un post "alternativo" al Natale, affrancandolo da qualunque messaggio ipocrita  o consumistico ma conservando invece l'esortazione a volersi bene, quanto meno con le persone che ci stanno vicino. Sempre nello stile di questo blog faccio riferimento a ritagli ed avanzi, nello specifico della rivista di satira politica degli anni '80, (IL MALE) che spesso ha trovato spazio nelle mie pagine...














 Parlavamo di messaggio di pace e amore  e guarda caso, sfogliando il numero de "IL MALE" del 22 dicembre  1980,  mi è capitato di leggere questo ricordo a fumetti  di JOHN LENNON, che ara stato ucciso l'8 dicembre, 15 giorni prima della vigilia di Natale..







IN CONCLUSIONE TENIAMOCI STRETTI I NOSTRI AMORI E I NOSTRI AFFETTI  PERCHE' LA VITA SENZA DI LORO  PERDE  IL SUO SIGNIFICATO !






JAMES TAYLOR -  IN MY LIFE (cover) BBC 2010


Ci sono posti che ricorderò
Per tutta la vita, anche se alcuni sono cambiati
Alcuni per sempre, non per il meglio
Alcuni sono andati e alcuni rimangono
Tutti questi luoghi hanno i loro momenti
Con gli amanti e gli amici posso ancora ricordare
Alcuni sono morti e alcuni vivono
Nella mia vita, li ho amati tutti
Ma di tutti questi amici e amanti
Non c'è nessuno in confronto a te
E questi ricordi perdono il loro significato
Quando penso all'amore come qualcosa di nuovo
Anche se so che non perderò mai affetto
Per le persone e le cose che sono andate prima
So che spesso mi fermerò a pensarci
Nella mia vita ti amo di più
Anche se so che non perderò mai affetto
Per le persone e le cose che sono andate prima
So che spesso mi fermerò a pensarci
Nella mia vita ti amo di più
Nella mia vita ti amo di più

...E PROPOSITO DI QUESTO :


UN AUGURIO DI OGNI BENE A VOI E 
 A QUELLI CHE AMATE

giovedì 20 dicembre 2018

FRANCESCO MASCIO - WU WAY (2018) - Il nuovo album con un omaggio a Tiziano Terzani -


Francesco Mascio - Wu Way

     Risultati immagini per francesco mascio wu wei




"Oriente ed Occidente si  incontrano
Dehra dehra dun, dehra dun dun (…)
Molte strade possono portarti lì, in molti modi diversi
Una direzione ti porta via anni, un'altra ti porta giorni  (…) 

Il testo della canzone di  George Harrison non è  citato a casaccio ma serve a sintetizzare una “way of life” che, a partire già prima dagli anni ’60, ha affascinato generazioni di artisti e, tra di loro, numerosi musicisti che ne sono stati fortemente influenzati. Di fronte alla cultura ed alle filosofie orientali alcuni si sono fermati in superficie scoraggiati da un mondo troppo vasto e complesso da esplorare, altri sono andati a comprare  qualche cartolina e a rubare dai raga una sequenza di note, annegandola tra assordanti percussioni sintetiche e vendendola agli stupidi, come succede di frequente  ai tempi d’oggi. I migliori, i più puri, hanno cambiato anche la loro vita ed il modo di pensare. Cercare un punto d’incontro fra i due mondi è stato il pretesto per intraprendere un percorso di conoscenza di sé stessi, con coraggio e tenacia, come è successo a Francesco Mascio chitarrista e compositore italiano. Proveniente dal jazz, ma aperto a qualunque tipo di contaminazione, il musicista  propone  nel suo nuovo album Wu-Way (in CD e Digitale da Filibusta Records dal 19 ottobre 2018)  "   [ continua...] 


Francesco Mascio - Tiziano Terzani  da Wu Way



Per saperne di più sul resto delle tracce contenute nell'album, potete continuare a leggere quello che ho scritto su MAGAZZINI INESISTENTI