cassetti confusi

cassetti confusi
A SCUOLA DALLO STREGONE

martedì 4 dicembre 2012

CONFUSI QUADERNI D'APPUNTI

Da un po' di tempo non facevo visita alla mia soffitta, così ieri oggi ho fatto una piccola sortita per sfogliare un po' di vecchi quaderni di appunti del periodo universitario e qualche taccuino di viaggio..In particolare ne ho trovato uno di lezioni  di Composizione Architettonica di cui riporto qualche disegno  ed uno taccuino di schizzi fatti a Parigi .
Nel primo caso  disegni furono realizzati durante le lezioni mentre venivano proiettate le diapositive. Alcuni  furono rifiniti dopo, altri non vennero piu' ripresi.(risalgono al 1988) Le foto servono per confrontarle con l'opera realizzata.
Il taccuino degli schizzi  a Parigi risale al 1990..



















Chiesa di Riola di  progettata da Alvar Aalto costruita tra 1976-78 



In quel periodo ascoltavo anche :

Paul Motian, Bill Frisell e Joe Lovano (da 'Bill Evans') - Turn Out The Stars



dal Manierismo di Palladio..



Villa Cornaro, a Piombino Dese (PD) progettata da Andrea Palladio (1552)







Villa La Malcontenta, a Venezia progettata da Andrea Palladio (1558)





Villa Barbaro, a Maser (TV), progettata da Andrea Palladio (1554)



..al Neo-Liberty dei Torinesi Gabetti e Isola

Bottega D'Erasmo, Torino, progettata da Gabetti e Isola (1956)



Paul Motian, Bill Frisell e Joe Lovano (da 'Bill Evans') - Very Early








Hotel De Ville, Parigi (1873)




Notre Dame Au ' Cote du Rhone' * , disegnato al ritorno dalla locanda "Le Clos 18"

* Un ottimo vino rosso da pasto


Cattedrale di Notre Dame, Parigi (1163 - 1345)





Approfondimento su Alvar Aalto











Approfondimento fotografico sulla chiesa di Riola











34 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Ecco, lo sapevo, adesso mi tocca invidiarti anche il taccuino degli schizzi... :-))))
Fantastico!

mr.Hyde ha detto...

Eh eh, ormai tu vai a libri pubblicati amico mio, altro che taccuini!

Evil Monkeys ha detto...

Ah, la chiesa di Riola! Il vero effetto lo fa dall'interno che è illuminato (in modo "naturale") in un modo veramente inaspettato.

mr.Hyde ha detto...

Alvar Aalto era un mago nel trovare soluzioni di'illuminazione degli ambienti.Questa è una soluzione a shed.
Famosa è la biblioteca di Viipuri di cui ti puoi fare una idea guardando questi schizzi allegati (aggiunti ora).

Random Walk ha detto...

Che bel post. A parte la mia adorazione per chiunque sappia disegnare (era una mia passione quando ero piccola, ma non coltivata purtroppo), mi hai fatto tornare indietro nel tempo a diversi anni fa, a quando seguivo le lezioni di storia dell'arte. Usavo prendere appunti simili, ma molto meno piacevoli alla vista. Una marea di diapositive che riportavo nei miei appunti a modo mio, per fissarmele in memoria, dato che una parte dell'esame verteva appunto sul riconoscimento di tutte le opere mostrate durante l'anno o quelle presenti nei testi. E poi una parte più specifica del corso era riservata proprio alle ville, tra cui quelle palladiane.

mr.Hyde ha detto...

Grazie, sei gentile. In realtà sono solo schizzi, come dici tu, per memorizzare le diapo che sono passate a lezione, graficamente non tanto curati, pero' rendeno l'idea delle linee, delle strutture.
Le ville del Palladio sono opere d'arte di immenso valore: il mio prof. e poi anch'io ne siamo rimasti incantati.
Ciao e grazie per essere passata!

Random Walk ha detto...

Di niente.
Se i tuoi sono poco curati, dovevi vedere i miei. Terribili.

Ciao :)

mr.Hyde ha detto...

eh eh ,sai, ci sono in giro schizzi poco curati che sono considerati opere d'arte!..

Random Walk ha detto...

ah ok allora devo riesumarli, non si sa mai che diventi una grande artista :)

mr.Hyde ha detto...

Giusto: mai buttare niente se non c'è un preciso motivo!

magar ha detto...

Niente male.
Davvero niente male...
...eri giovane all'epoca mr.Hyde....
he he he...

mr.Hyde ha detto...

Eh si, mannaggia!..

Adriano Maini ha detto...

Trovo - sinceramente - interessanti questi tuoi schizzi!

mr.Hyde ha detto...

Grazie, Adriano!

nella ha detto...

Ma che belli questi schizzi caro amico mio... la trovo una capacità molto rara...
Complimenti!

Ambra ha detto...

Che bella idea mettere a confronto lo schizzo e l'opera da esso realizzata. Questi schizzi sono proprio belli persino più avvincenti delle opere stesse.

mr.Hyde ha detto...

Grazie nella, disegnare mi è sempre piaciuto e molte volte, sul lavoro, mi spiego meglio con disegni a tratti veloci che con le parole.. Buona giornata!

mr.Hyde ha detto...

Sei molto gentile, Ambra..Io di fronte alle opere originali pero' mi inchino con deferenza..
Grazie ancora, un caro saluto!

Francesco Zaffuto ha detto...

Direi che questa volta i cassetti non sono confusi; se hai così bene saputo raccogliere con la tua mano ora stanno nei cassetti della tua memoria e magari possono costruire una città magica. ciao

mr.Hyde ha detto...

L'idea di potere ricostruire un città magica mi alletta..Grazie mille Francesco!

Berica ha detto...

Belli i disegni e ottimi i soggetti evocativi di viaggi felici.
amo l'architettura sopratutto quella fatta con amore e intelligenza.
Nel giorno del lutto per la scomparsa di Niemeyer, grande architetto contemporaneo, sogno con voi una città magica.

mr.Hyde ha detto...

E' giusto ricordare il grande e inossidabile Niemeyer, a proposito di architettura fatta con amore ed intelligenza e, aggiungo, pensando ogni progetto come un prodotto d'arte.
Ciao Berica e grazie!

Roscio ha detto...

Rientro dopo latitanza momentanea e ritrovo vecchie emozioni. Ancora cammino col moleskine in tasca, ma senza ostentarlo come ai tempi dell'università, quando mi pavoneggiavo dandomi un tono. Che dirti amico mio: bella mano e belle scelte. Chiaramente ho un "preferito", lo schizzo su Notre Dame è vita il resto ottima accademia. Un abbraccio

mr.Hyde ha detto...

Il moleskine ce l'ho anch'io, ma non lo sto usando tanto per disegnare, scrivo qualcosa sopra, ma non sono ispirato..In questo periodo combatto con gente che si fa fare i lavori ma non paga (e non sono poveracci..)Notre Dame è il mio preferito, tracciato di sera seduto su una panchina dopo aver bevuto una discreta quantità di 'Cote du Rhone'. Un abbraccio anche a te amico.

Alligatore ha detto...

Troppo bella la tua soffitta, e bello questo tuo andare e diffondere in rete...

mr.Hyde ha detto...

Pensa che nella vita di tutti i giorni sono abbastanza riservato.. Non racconto mai niente di me e sono molto svogliato quando debbo rispondere, spiegare..Sul mio profilo non c'è scritto niente ..eppure ho svelato un un bel po' di cose sulla mia vita in due anni.
Già.. E trovo bizzarra l'eventualità di potere incontrare persone cui ho raccontato un mucchio di storie che mi riguardano senza conoscerle di persona..
Grazie per le belle parole e buona domenica!

Domus ha detto...

Argomento molto interessante, anche per i non addetti ai lavori (Leggo). Apprezzo e stimolo iniziative del genere che vadano al di la del classico e noioso "mi piace". Quindi, faccio il bastian contrario.
1) Palladio. E' stato un genio non tanto per la dinamicità delle forme, quanto per l'eleganza dei rapporti dimensionali.
2) Aalto è stato certamente un genio dell'architettura moderma, ma la soluzione a shed (Che non è una sua invenzione)per questa Chiesa, a me (E non solo a me) non sembra proprio elegante. L'effetto capannone industriale (Vedi ex zona di Sesto S. Giovanni)è netto e non certamente elegante, pur in presenza di un gradevolissimo sistema di illuminamento interno.
3) Gli schizzi sono di due tipi: a) quelli che rappresentano la realtà (Allora di dovrebbe parlare di disegno a mano libera) e, b) quelli che "stampano" un'idea, un lampo istantaneo dell'autore. Gli schizzi del tipo b) non necessariamente devono essere belli (Le Corbusier, ..., docet). La bellezza sta nell'idea, nella concezione pensata.
4) L'insegnante di composizione architettonica è stato per caso Giovanni Brino? Lui è un carissimo mio amico.
Perchè non ci parli e ci fai vedere i tuoi schizzi (Anche se non graficamente belli).
Arte, architettura, musica e vita (Vino, ecc...) vanno sempre a braccetto. Io non suono come te, ma sono attratto dalle band che suonano il rock (La mia banda suona il rock, era una delle canzoni più cantate...)
Ciao, anche a tutti quelli che non la pensano come me.

mr.Hyde ha detto...

Caro amico, ti ringrazio per passare dalle mie parti e 'soffiare' il venticello del dubbio che lancia e poi anima la discussione. Perchè durante queste discussioni vengono fuori argomentazioni ed approfondimenti che arricchiscono il nostro sapere e soddisfano alcune curiosità..
Bene ora, puntualmente dico la mia:
1)Sono assolutamente d'accordo su Palladio. Le proporzioni stanno alla base della sua architettura e sono il risultato della suo amore per le opere classiche.Egli era anche uno scalpellino quindi conosceva gli ordini e la loro giustapposizione, avendoli perfettamente rilevati direttamente dalle 'ruine' durante le visite ai siti archeologici.
2)Anche su Alvar Aalto mi trovi d'accordo: assolutamente geniale, amava tantissimo il legno come materiale per architettura e design ed ha disegnato molti edifici, oggetti e mobili in legno..Riola è invece all'80% in cemento armato, è sorretta da 6 arconi prefabbricati, divisi in due o tre tronchi e poi montati sul posto..Forse ha inteso mettere in rilievo l'umiltà della chiesa, spogliandola dalle inutilità e pomposità di retaggio barocco e trattandola,anche strutturalmente come fosse una capanna, formata da telai e traverse per farla star su.( Guardando le foto che ho trovato ed allegato,si ha questa impressione).Certo, la luce dall'alto è tipica delle chiese ed è suggestiva, la soluzione tecnologica dello shed appartiene un po' a capannoni ed opifici di quegli anni('60), pero', ti diro',l'effetto non mi dispiace affatto..
3) Sugli schizzi, si, diciamo che lo schizzo corre dietro alle idee che sono piu' veloci oppure alle forme..Gli schizzi che vedi sono nati per correre dietro alla proiezione di diapo durante la lezione, quindi dovevano essere per forza così.Dal vero sono invece le due immagini di Parigi: L'hotel de Ville e Notre Dame.
4) L'insegnante è Ennio Innaurato, del gruppo di Cavallari Murat, Nelva, e si avvaleva dell'aiuto di Astrua( che pero' doveva essere un professionista esterno di appoggio)..
Io ho molto piacere a fare vedere quello che ho fatto pero' non voglio essere autocelebrativo e noioso e cerco di calibrare questi interventi..Quindi tornero' a farlo,riservando loro uno spazio nel capitolo 'Arte, architettura, musica e vita (Vino etc..)che trovo perfetto come nome!
Grazie ancora per il contributo e le belle parole, Domus!

Alligatore ha detto...

Quello che hai scritto vale anche per me, e forse per molti altri blogger ...

mr.Hyde ha detto...

..il fascino discreto della condivisione..

silvia ha detto...

Che bravo.
Mi piace la prima chiesa,
ci vedo il profilo di una persona con il basco in testa e la bocca aperta.

mr.Hyde ha detto...

Pero', che immaginazione! Grazie Silvia, anche di essere passata da queste parti.

































m4ry ha detto...

Quelli di Notre Dame sono meravigliosi...e poi, hai anche una bellissima calligrafia :)

mr.Hyde ha detto...

Grazie dell'apprezzamento, sei molto gentile.Buona giornata!