cassetti confusi

cassetti confusi
A SCUOLA DALLO STREGONE

mercoledì 30 novembre 2011

L'HO COMPRATO AL ' BALON '...

Il Balon era un marcatino dell'usato che si trovava a Torino, grosso modo nell'area retrostante lo splendido, caotico, Mercato di Porta Palazzo e la Stura, uno degli affluenti del Po..Trovavi di tutto, dal mobile  al vinile usato , a volte  iper - usato, al ferrovecchio, scarponi,vestiario, cartoline, monete, riviste, barattoli vuoti di colore, chiodi arrugginiti, pezzi di ricambio di ogni genere, chincaglieria inutile o roba sparsa per terra talmente malridotta da lasciarti il dubbio che non fosse veramente spazzatura...Era il ritrovo  dei  fricchettoni e dei primi punk, gli artisti e musicisti, tutta gente insomma che frequentavo preferenzialmente e tra i quali avevo numerosi amici.
Molti LP usati li ho comprati da quelle parti ed ogni sabato puntualmente vi tornavo: ormai non potevo rinuciare al  piacere di  cercare , scorrendoli l'uno dopo l'altro nelle varie bancarelle dove mi soffermavo. ..Ho parlato di bancarelle..in realtà spesso la merce era esposta dentro cassette da frutta, o coperte buttate per terra...


Questo vinile dei Beatles - Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band -
Lo comprai alla modica cifra di 900 £ (ho scritto lire!, avevo dimenticato...) e, come si vede c'è anche scritto con pennello indelebile sulla copertina irrimediabilmente rovinata...
Non lo ascolto nemmeno più perchè viene l'ansia..Tuttavia sono gli sono particolarmante affezionato.


Però che bellezza ..!

Aggiungo uno Slideshow, del  BALON com'era , come lo ricordo e  come sarà stato ultimamente..



The Beatles - Fixing A Hole


24 commenti:

Cindry ha detto...

Che belli i mercatini! Mi affascinano tutt'oggi se non fosse che i prezzi sono andati alle stelle e non te ne accorgi e paghi come andare in un negozio in centro...
Come mai ti viene l'ansia a risentire il disco? Nostalgia?

mr.Hyde ha detto...

A proposito dei prezzi, allora riuscivi a fare 'l'affare', con prezzi bassi,..oggi non credo..Non so nemmeno se esiste ancore ‘quel’ Balon...
La Nostalgia c'è, sicuro, ma l’ansia , (esagerando per scherzo) è dovuta al fatto che in alcuni punti il vinile si ‘incanta’,( il braccetto non va avanti perché la puntina s’inceppa su un solco) sul più bello del brano che stai ascoltando e allora per continuare devi alzare il braccetto, spostarlo un poco, e riabbassarlo un po’ più avanti…Questo per evitare ‘craak’ ( la puntina subisce un trauma)..Se tu sei giovane e per ascoltare musica hai usato solo i cd o altre fonti digitali, tutto questo ti sembrerà insolito.Sgt Pepper ormai lo ascolto dal cd o dal pc..
Ti saluto cara Cindry!

Minerva Jones ha detto...

Il balon esiste ancora, sebbene siano cambiate le cose che vi puoi trovare e difficilmente farai 'affari' come quello che hai descritto. Però puoi trovarne altre. Io ne sono un'assidua frequentatrice, ed è interessante perché - tralasciando le aree storiche del mercato che sono divenute più fighette (ovvero le vie principali) - tutta la parte davanti all'Arsenale ora vede tovaglie per terra che accolgono ordinatissima mercanzia dei rumeni e disordinatissima dei nordafricani, dove questi ultimi stanno pure dietro il Cortile del Maglio insieme ai banchi degli zingari (che a me piacciono molto). E dopo vado ancora a fare pranzo con amici punk(abbestia) e altri da quel giro, per poi tornare a casa e 'giocare' con le cose nuove che ho comprato, lavarle, assemblarle in altro modo - a certe personali 'tradizioni' e piaceri non rinuncerei mai ;-)

mr.Hyde ha detto...

@Minerva Jones:
Mi fa grande piacere che sia ancora funzionante, (l'ultima volta l'ho visitato nel '92)..e che certe sane tradizioni siano ancora vive,come 'fare la spesa' e trovarsi con gli amici da quelle parti)... Ti ringrazio per la notizia e per il ri-tuffo nei ricordi della mia (affettivamente parlando) Torino!

Blackswan ha detto...

Che spettacolo,Mr Hyde ! I vinili e il mercatino !Io ho un mercatino dell'antiquariato davanti a casa mia.Dicono sia il più grande d'Italia ( abito a Bollate ).Qualcosa si trova, ma è soprattutto un posto per gente danarosa.Ogni tanto,qualche vinile lo compro.Spesso sono rovinati,ma mi da un gusto che non ti dico impossessarmi,per pochi euro, di questi reperti storici :)

mr.Hyde ha detto...

@Blackswan:
Beh, cavolo, sei fortunato: girare per il mercato dell'usato è sfizioso!..anche vero che alcuni ci marciano, specialmente con l'antiquariato e se non sei uno che ne capisce, conviene non comprare neanche uno stuzzicadenti..I vinili, sai che son quelli, che non sono cassette o i cd fasulli per cui vai a colpo sicuro..certo ascolterai un po' di 'frittura', come succede a me, ma ti impossessi di tanti pezzetti di storia della musica, e anche dell'arte perchè molte copertine sono piccole opere d'arte...

tiziana ha detto...

Bellissimi questi mercatini, un tempo ce n'erano di interessanti, oggi meno. Anche se non perfetto quel vinile di Beatles è prezioso. Ciao

Ninfa ha detto...

E' divertente curiosare nei mercatini dell'usato, ora poi molti si sono attrezzati ed espongono in dei bei banchetti. Fino ad un pò di anni fa si trovavano ancora quelli che vendevano dischi usati e probabilmente non sono ancora estinti...nè i venditori nè i compratori nostalgici del vinile. Quello che hai acquistato tu a £.900 deve avere anche un certo valore e di sicuro ci sarai affezionato anche se "si incanta" parecchio. E poi i Beatles sono sempre i Beatles...mitici? Di più!

Ernest ha detto...

Che spettacolo! Sottolineato...

mr.Hyde ha detto...

@Tiziana:
I vinili bisogna tenerseli stretti fanno parte della mitologia musicale..
Sono riuscito a risalire ai tuoi blog, presto vengo a trovarti.Ciao!

mr.Hyde ha detto...

@Ninfa:
Dopo la tua esperienza anche dall'altra parte del banchetto di vendita,documentata nel tuo ultimo post, avrai una conoscenza completa del mondo dei mercatini..Gli oggetti che crei sono belli e originali e, secondo il mio modesto parere, avresti una nutrita clientela!

mr.Hyde ha detto...

@Ernest:
Grazie amico, ti saluto!

Domus ha detto...

Ho fatto il servizio militare (Allora obbligatorio) a Torino, dietro il teatro Verdi e, quando, avevo un pò di tempo andavo, anch'io a guardare il mercatino di Porta Palazzo. Da grande ho fatto un progetto per il recupero parziale dell'Arsenale, quindi, spesso mi sono ritrovato a ri-passeggiare per quel sito. Ultimamente, forse, è molto cambiato. O, forse, sono sono cresciuto io.
Molto bello il tuo commento sulla poesia "E ora batte". Complimenti per le sensazioni che riesci a trasferire con i tuoi pensieri. Ciao. Domus

mr.Hyde ha detto...

@Domus:
Piacere di averti qui..Anch'io non vedo più Torino, diciamo dal '92. Io feci un tesi di recupero della Cascina La Grangia,e pensa, proprio oggi pomeriggio ho scoperto (usando Google Earth)che non c'è più!...Rasa al suolo!..M'e venuta l'idea di fare un post fra quello che c'era e quello che non c'è più...
Grazie per i complimenti sul commento: è vita vissuta, mi coinvolge particolarmente...Ti mando un caro saluto!

Ambra ha detto...

Ciao mr.Hyde.
Vedere le immagini dei Beatles mi mette una tristezza infinita. Loro rievocano un'epoca splendida e inimitabile e talmente lontana ormai!
Buona domenica.
Se qualche volta passi da me, mi fa piacere.

mr.Hyde ha detto...

@Ambra:
Cara amica, scusami se non sono passato..ora vengo
a spiegarti...

Ambra ha detto...

Ma no, Mr.Hyde, non devi assolutamente scusarti. Ci mancherebbe altro. E poi il mio era solo un invito, non un obbligo. Grazie a te della visita e ci risentiamo presto.

mr.Hyde ha detto...

@Ambra:
La verità è che sono un po' rimba... credevo di essermi iscritto ad un tuo blog, invece, controllando, ho scoperto che ne segui due, e non sono iscritto a nessuno dei due...così ho provveduto!..
Che il tuo fosse un garbato invito non ne ho avuto dubbio..(anche se spesso in questo periodo mi sono fischiate le orecchie...!)

PAOLO F. ha detto...

Erano altri tempi migliori sicuramente.
Anche io ne ho una copia che mi regalò mio padre, il mio primo vinile : Revolver. Psichedelissimo.
Buona serata caro amico.

mr.Hyde ha detto...

@PAOLO F:
Revolver è l'altro LP dei Beatles che amo particolarmente. E' stato il primo 33 giri che ho ascoltato, dopo diversi singoli...
Molto innovativo per quei tempi...Mi colpì molto 'Tomorrow Never Knows'.
Un carissimo saluto a te.

Maraptica ha detto...

I mercatini rionali nelle grandi città sono pezzi di storia chiusi negli oggetti esposti, è quanto di più significativo si può comprare a mio avviso. Quando arrivo in un posto dove non sono mai stata domando sempre dove sia il mercato delle antichità... da lì conosco il posto dove mi trovo.

mr.Hyde ha detto...

@ Maraptica:
Quello che fai è saggio ed oltretutto ha anche radici profonde..Sensibilità verso storia, usi e costumi...
Ciao, Maraptica!

Sandra M. ha detto...

Quel sapore di autenticità ormai si è perso in quasi tutti i mercatini di questo tipo...che peccato!
Sai che il secondo ellepi ce l'avevo anch'io...prestato chissà a chi, accidenti a me!

mr.Hyde ha detto...

@Sandra:
Sai quanti LP ho perso oppure mi hanno fregato?...Ma a chi, poi e chi si ricorda?..A parte queste considerazioni, i Beatles sono stati i primi ad aprire i miei orizzonti musicali,insieme agli Stones.. da piccoletto (4 -5 anni)è stato Elvis Presley il primo contatto con il rock n'roll..