cassetti confusi

cassetti confusi
A SCUOLA DALLO STREGONE

domenica 10 giugno 2012

IL FASCINO DEL B&W - LA SOLISTICA ENSEMBLE

"LA SOLISTICA ENSEMBLE ", gruppo nato nel 1985, fu una meteora che illuminò il cielo delle notti Torinesi per un anno, poi si sciolse repentinamente così come velocemente si era formato..Il repertorio conteneva riproposizioni di  canzoni degli ’40 – ’50  per intederci, Natalino Otto, il Trio Lescano, addirittura anche vecchie canzoni melodiche  in chiave  ironica in un misto di swing, tango e latin sound.. 
Non esiste un Album, qui troverete le foto che avrebbero dovuto far parte della copertina, esistono solo due cassette di cui la migliore qualitativamente non è in mio possesso, l'altra, incisa con un due piste in un appartamento, in buona parte occupata da risate. Sono riuscito a tirar fuori questi pochi minuti tanto per dare un’idea.. Questa è una delle locandine usate in occasione del concerto al “DOCTOR SAX ai Murazzi."

SOLISTICA ENSEMBLE - C'ERAVAMO TANTO AMATI









Ci volle un bel coraggio quella sera davanti ad un nutrito gruppo di Punk in quel locale ricavato da vecchi e umidicci magazzini in riva al Po  a proporre la nostra versione di  “fili d’oro” una canzone di Cladio Villa dal testo terribile.. Come un po’ tutto il repertorio. Eppure alla fine del concerto, il gruppo manifesto’ la sua approvazione con entusiasmo...E noi ne uscimmo illesi!






Solistica Ensemble - track 2 -" Luna Tu" (cazzegg)











maria  - voce
guido  - sax
sandro - sax
marco  - sax
massimo - flauto traverso
michele   - violino, chitarra
pippo  -    basso
ubaldo - chitarra
percussioni - un po' tutti





Solistica Ensemble- track 3 guido's sax improvvisation+guitar



28 commenti:

magar ha detto...

Idea interessante.
Mi sarebbe piaciuto vedervi,

mr.Hyde ha detto...

Ti assicuro che ti saresti divertito!

Zio Scriba ha detto...

accidenti, che miniera di ricordi che sei...
un abbraccio, amico Artista! :)

Blackswan ha detto...

Forse perchè proporre Claudio Villa a un gruppo di punk è la cosa più punk che si potesse fare.Come sempre,chicche interessantissime,mon amì :)

mr.Hyde ha detto...

Grazie per 'l'Artista': sei un amico molto prezioso!
Un caro abbraccio anche a te.

mr.Hyde ha detto...

..forse perchè non si sono resi conto di quello che stava succedendo, talmente sconvolti erano ed eravamo un po' tutti! Il fatto è che ci hanno anche acclamati, ma non per sfotterci.. (il clima era costantemente quello della track 2, con qualche raro momento lucidità). Grazie a te amico.

Alligatore ha detto...

Stupendo, quante ne hai fatte, e quante ne continuia a fare su questo tuo gran bel blog ... mi ricorda certe provocazioni dei CCCP. Locandina poi, che attira un sacco, molto molto anni '80.

mr.Hyde ha detto...

L'Idea era partita dal bassista che (pare, così lui diceva) avesse suonato con gli Skiantos)..
L'arrangiatore era il sassofonista che ha fatto un disco con gli "Arti e Mestieri" mitico gruppo rock jazz di Torino.
Grazie, sei gentile.

Ambra ha detto...

Un vero peccato che il gruppo si sia sciolto così rapidamente. Eravate talmente bravi e originali!!

Ambra ha detto...

Che peccato che il gruppo si sia sciolto così rapidamente!! Eravate così bravi!!!

mr.Hyde ha detto...

beh, mi fa tanto piacere sentirtelo dire..
Se dovessi spiegarti il motivo, non saprei, non ricordo..Molti di noi hanno preso un'altra strada, altri vivono con la musica..
Pero' ci divertivamo da matti..
Ciao, e grazie Ambra.

Irriverent Escapade ha detto...

Curiosa per natura, adoro vedere (e ascoltare) quello che salta fuori dai tuoi cassetti.

mr.Hyde ha detto...

Spero che questa volta il contenuto sia stato per te interessante, o divertente..Ciao!

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Faccio i complimenti subito subito per il nome del gruppo, "La solistica ensamble" è troppo bello.
Anche il genere mi sarebbe molto piaciuto, "C'eravamo tanto amati" l'ho ascoltata e mi sono unita all'un po' tutti alle percussioni, ho portato il ritmo battendo la nocca del medio sulla tastiera heheh!

mr.Hyde ha detto...

Infatti, non ci prendevamo sul serio a partire dal nome!Però, se vuoi ridere veramente, ascolta la track 2 - Luna Tu cazzegg - sono solo 2 minuti, ne vale la pena!..

Irriverent Escapade ha detto...

Anche di piu'. Sai che grazie ad amici universitari a Torino ( e frequentatori serali e seriali dei Murazzi) la vostra stramba idea era arrivata anche dalle parti di Biella??

mr.Hyde ha detto...

Sì, l'idea era originale e, vedi, bisogna trovare espressioni insolite per attirare l'attenzione della gente..
Ehi, eravamo famosi anche a Ciriè, dove il nostro caro Pippo (bassista, ideatore e manager)aveva un negozio di strumenti musicali!..
Grazie per questa gradita notizia..

Irriverent Escapade ha detto...

Ti confesso che, mentre ascoltavo le tracce che hai postato, vi immaginavo sul palco di fronte ai punk. Non male davvero la suggestione ;-)

mr.Hyde ha detto...

Hai presente la scena dei Blues Brothers che tentano di suonare R&B dentro un locale dove si aspettano di un concerto di musica country?.. La stessa cosa, solo che noi non eravamo protetti dalla rete delle gabbie per galline, per ripararci dal lancio di bottiglie di birra!(scherzo).Quello che facevamo era divertente e dissacrante, forse per questo era 'accettato'.

Irriverent Escapade ha detto...

Ah ah era giusto l'immagine che mi ero fatta!!!!

TuristadiMestiere ha detto...

ma che spettacolo!!! Sto ascoltando il track 2 e l'atmosfera fa chiaramente capire il divertimento, l'intimità, la complicità... Bello bello...

Roscio ha detto...

La musica che si percepisce tra le risate (delizioso accompagnamento che "realizza" l'atmosfera dei momenti) sembra interessante, una sorta di retròska all'italiana. Bel post, quantomeno per me che ho vissuto momenti analoghi. Ciao

mr.Hyde ha detto...

Son contento che ti piaccia..Dal vivo ci divertivamo un po' tutti, pubblico compreso. Grazie mille , Turista!

mr.Hyde ha detto...

Grazie, Roscio!.. Certo, se hai fatto parte di un gruppo ed hai suonato in giro, i momenti delle prove , i pre-concerto e le prese in giro fra amici sono indimenticabili.

Adriano Maini ha detto...

Come avrei voluto esserci anch'io! Per me sarebbe stata anche ironia su tante cose famigliari dell'infanzia!

mr.Hyde ha detto...

Credimi, anche me piacerebbe, rivivere quei momenti di spensieratezza e leggerezza..
Ciao!

Ernest ha detto...

però!

mr.Hyde ha detto...

Ciao Ernest, bentornato!