cassetti confusi

cassetti confusi
A SCUOLA DALLO STREGONE

mercoledì 22 agosto 2012

RITORNO AI CASSETTI : LA MELANZANA VOLANTE A TORINO





Nel  luglio 1991 ho avuto il piacere di partecipare ad una rassegna d’arte a  Torino e di  esporre  nella Sala Celeste Arci Nova di via Barbaorux. Una bella e suggestiva sala che mi ispiro’ due installazioni particolari : LA MELANZANA VOLANTE e LA GIARA SOSPESA, di cui  vi propongo una video-testimonianza.
La mostra riguardava l’esposizione di lavori fotografici, incisione, lavori scenografici  e scultura. Per ciascuna disciplina,  lo spazio fu occupato da due artisti alla volta per una durata di 15 giorni. Nella sezione scultura partecipai in coppia con una (vera) scultrice, Bettina Seitz
Io lavoravo con fil di ferro, alluminio in fogli, pezzi di vetro, pece, argilla (che non  infornavo) ed altri materiali facilmente reperipibili, anche tra i rifiuti. Altri soggetti erano le ‘anfore ritrovate’,  rappresentazioni di reperti ricostruiti, magari trovati in qualche fondale marino che raccontavano la loro storia con la loro forma, nei loro anfratti..
Rivedendo questo video (era molto piu’ lungo, l’ho rimontato ed aggiunto della musica) mi piace notare il contrasto tra i soggetti dell'artista tedesca, così riservati, raccolti in se’,  in difesa del proprio corpo con grazia e timidezza e le mie figure forti, aperte, bucate, urlate  che davano la possibilità di guardare  dentro e attraverso...
Cosi’ ho pensato a “Cries and Whispers”  dei Rain Tree Crow e David Sylvian e l’ho aggiunto al video.
Ah, dimenticavo,.. ‘La Ballerina’ di  Bettina  è una istallazione densa di poesia, questa volta  realizzata con scarti di ferro. Da  vedere!  


VIDEO DELLA MOSTRA

29 commenti:

magar ha detto...

Hei man... una cosa davvero notevole. Complimenti !
Stridente il contrasto, in senso positivo ovviamente.
Come dire...l'algida lucidità teutonica contrapposta alla polverosa e decadente bellezza siciliana.
Un connubio perfetto che pare funzionare alla grande. Come il commento musicale del resto, con le note che paiono aggrappate alle immagini...
Ciao mr. Hyde

mr.Hyde ha detto...

Grazie magar, il contrasto funziona benissimo , ed una cosa rimanda all'altra. Certo se avessimo esposto gli stessi soggetti con lo stesso stile avrebbe colpito di meno..La dialettica fra gli opposti certe volte funziona!

Adriano Maini ha detto...

E oggi?

mr.Hyde ha detto...

Oggi è una cosa che mi piacerebbe fare insieme insieme ad altre..non per 'hobby', proprio per viverci..o tentare di farlo.

Zio Scriba ha detto...

Come tutti i veri Artisti sei sempre più foriero di stupefacenti sorprese... Ti auguro con tutto il cuore di poterne vivere, come ogni Artista dovrebbe poter fare con la propria Arte (il vantaggio del tuo campo è che per ora si presta poco allo scrocconismo digitale: musica e cinema sono caduti, la narrativa sta per farlo, mentre sculture e allestimenti continuano ad andar via a peso d'oro... :D)

mr.Hyde ha detto...

Ottima riflessione la tua: fra la l'altro non mi ero nemmeno fermato a pensarci, sei prezioso come sempre amico mio!
Grazie di tutto!

mark ha detto...

Non riesco a vedere video e foto, ma dipende da me. Ritorno con la visuale nitida :-)

mr.Hyde ha detto...

ciao mark! fammi sapere..

mr.Hyde ha detto...

...chissà se con il link diretto:
http://youtu.be/z-T89VU3Oa4

Irriverent Escapade ha detto...

Hyde sei artista a 360°. Gia` i nomi delle installazioni sono accattivanti. Il video con l`azzeccatissimo sottofondo musicale e` incantevole.
Anche io ti auguro di poter vivere della tua intelligente arte. D`altra parte uno che nel `79 usava (bene) materiali di riciclo, era gia' un passo avanti. Let's keep the faith!

mr.Hyde ha detto...

Sei molto gentile, ma ci sono artisti veramente in gamba, io ho perso un po' il giro..I materiali di riciclo ho cominciato ad usarli un po' piu' tardi, diciamo '85..
E gia' negli anni '60 artisti come Kounellis usavano materiali poveri nelle loro opere.

Blackswan ha detto...

Finalmente sono riuscito a rimettere in bolla il pc e posso tornare a commentare.Diversamente mi sarei perso le suggestioni di questo post. Sei un mito, Mr. Hyde :)

Irriverent Escapade ha detto...

Ok. Pero' rispetto ad oggi in cui anche per i bimbi all'asilo ( e menomale) riciclare e' un must ( mentre per noi, alla loro eta' era naturale e non moda, lo so) e in una Italia che ( soprattutto negli Eighties) tendeva a buttare piu' che conservare, ridare vita e dignita' artistica a ferri vecchi a me pare sempre degno di nota.
Poi tu continua tranquillamente a volare basso ma non lasciare spegnere il tuo talento:-)

mr.Hyde ha detto...

Ti ringrazio sempre, Irriverent..I tuoi incoraggiamenti, come anche quelli degli altri followers, mi fanno un enorme piacere e,
questo è certo, una certa consapevolezza ce l'ho..
Uso egoisticamente certi miei post per 'sondare' i vostri giudizi che per me sono molto preziosi..
Avrei solo bisogno di organizzarmi, organizzare il mio tempo e cominciare..

mr.Hyde ha detto...

..ed io mi sarei perso il tuo importante parere! Grazie amico.

Alligatore ha detto...

Se un marziano mi chiedesse cosa è arte, mostrerei lui subito questo tuo post ...

Sandra M. ha detto...

Sempre più sorprendente ogni volta che compari, caro Hyde.Magnifica la giara sospesa.

mr.Hyde ha detto...

..ah ah, dal quel giorno inizierebbe l'invasione della terra!

mr.Hyde ha detto...

Ciao Sandra, bentornata! Si l'idea della giara (normalmente si usava sotterrarla anche parzialmente, per conservare olio o olive o altre derrate)non è male..Grazie!

Er cicerone ha detto...

L'anfora ritrovata mi piace molto: sembra proprio uno di quegli oggetti trovati nel fondo del mare.

'n amico ha detto...

Grazie alla tua Melanzana Volante ho capito da dove proviene l’AR.Drone2.0.
Hahah ovviamente scherzo, Hyduzzo :P
Mi piace la tua arte in ogni sua espressione.
Mi è molto piaciuta anche la ballerina, mi sono rimasti impressi i piedini sulle punte.
Ah..devo mica dirti chi sono?
Un abbraccione

mr.Hyde ha detto...

Sentivo proprio la mancanza di 'n'amico...Mi stavo facendo vincere dalla depressione e meditavo un insano gesto...Ora pero' sono tranquillo, no non devi dirmi chi sei! Eh si, la ballerina è un'opera d'arte se non altro per la leggerezza dei gesti e della silhouette che riesce a trasmettere con semplici scarti di ferro.
Grazie per le gentili parole, un abbraccione anche a te e ..a presto!

mr.Hyde ha detto...

Infatti era proprio quella sensazione che volevo trasmettere.Grazie , Er Cicerone!

Ninfa ha detto...

Bravissimo, non pensavo che tu ti fossi dedicato anche alla scultura, Hyde. Mi è piaciuta molto soprattutto la tua "giara sospesa", è vero che le tue opere sembrano davvero dei reperti, ma mi danno l'idea anche di oggetti bruciati, distrutti da un incendio...magari dalla lava dell'Etna...Belle anche le figure della scultrice e l'effetto che faceva la vostra arte "a contrasto". Infine quel che mi ha affascinato è stato il montaggio del video, un'opera d'arte anche quella! Anche "Summer slideshow" è bellissimo, chissà se mai riuscirò a fare una cosa del genere...dubito. Ciao!

mr.Hyde ha detto...

Insomma, sei molto gentile Ninfa: sono contento che ti siano piaciute le mie 'creazioni', non sono uno 'scultore' nel senso tradizionale del termine, non so se ne sono tecnicamente capace..
Quello che mi piace è alleggerire gli oggetti bucandoli e privandoli di peso. Nero e pece per rendere l'effetto della ruggine, dell'avvenuto degrado..Mi piace usare il filo di ferro per meterializzare meridiani e paralleli.
Per lo slideshow basta scegliere prima la sequenza delle immagini
e il programma stesso ti da' la possibilità di scegliere il tipo di dissolvenza (io uso quella piu' semplice)e poi qualche effettino che non sia continuo e troppo 'fumettistico'.Credimi, è facile.E poi tu hai una bella creatività.
Ti ringrazio ancora e ti saluto!



Ambra ha detto...

Ciao.
Eccomi di nuovo, anche se la prossima settimana sarò ancora assente per qualche giorno.
Hai passato una buona estate?
Ti lascio il mio saluto.

mr.Hyde ha detto...

Lieto di rivederti Ambra, ho passato un'estate un po' in sofferenza per il caldo terribile.Pero' è andata..
Un carissimo saluto anche a te e..ci si vede!

Roscio ha detto...

Non l'avevo trascurato, volevo solo prendermi un pò di tempo per capire e mettere in relazione i tasselli di un percorso. In effetti tutto torna: la stessa lotta che era tra frammenti, tra pieni e vuoti è oggi tra le immagini su un letto immaginifico che allora era l'ambiente delle installazioni. Un plauso senza esitazione.Complimenti anche alla Seitz di cui non capisco qualche dissonanza ("pieno" arcaico della maggior parte delle opere e "vuoto" dinamico di ballerina). Un apprezzamento dovuto anche per montaggio, commento musicale e taglio di capelli. Ciao Hide
ps. spero di essere stato chiaro nonostante mi sia sforzato di essere più sintetico possibile.

mr.Hyde ha detto...

Eh eh... per i miei capelli, allora, ci pensava sempre qualcuno, mai pero' un parrucchiere o un barbiere..
Sei stato chiaro, pero' non preoccuparti di essere sintetico,spendi pure le tue parole tranquillamente dentro i miei post, specialmente se sono di elogio..(scherzo)
Comunque la tua lettura centra un aspetto ricorrente nelle cose che faccio: rappresentare oggetti, idee, come insiemi dei loro frammenti e non come unità. Rappresentare delle cose o delle idee di cose mentre si stanno formando e non quando hanno completato il loro processo di definizione.
La Seitz ha voluto creare un elemento di raccordo tra le sue creazioni e le mie istallazioni..Il suo stile è da scultrice classica.
Ti ringrazio ancora per le parole di apprezzamento e per l'attenzione verso quello che faccio. Un carissimo saluto.