cassetti confusi

cassetti confusi
A SCUOLA DALLO STREGONE

sabato 22 novembre 2014

CASSETTE CONFUSE : UN POST A QUATTRO MANI CON NINFA



SPECIAL GUEST IN OCCASIONE DEL 4° COMPLEANNO DEI CASSETTI CONFUSI: NINFA!


-Due cassette Due- questa volta, che sono il pretesto per raccontare due storie ad esse collegate. Due storie che viaggiano parallelamente nel tempo senza mai incontrarsi ma accomunate dalla musica, dalle stesse canzoni ascoltate per motivi diversi e in situazioni diverse..  
La prima a raccontare è la mia graditissima ospite di oggi, che ringrazio per onorarmi della sua presenza.


Si sa quanto sia affascinante, per ogni adolescente, il mondo della musica e se a questo poi ci si affianca quello della registrazione, il gioco è fatto! Sì, quando ero una ragazzina registrare e registrarsi era proprio un gioco divertente, ma molto diverso, meno immediato di quanto lo sia adesso con a disposizione i vari mezzi digitali.
E chiaramente le registrazioni non avevano neppure la perfezione odierna...quanti rumori fuori campo capitavano proprio nel momento in cui, in religioso silenzio, tenevamo il nostro registratore accostato alla radio: i passi del cane sul ghiaino, la mamma che chiamava perché era pronto da mangiare, uno starnuto...beh, pazienza, si tornava indietro nel nastro e ci si registrava sopra, facendo l'ennesima stratificazione.




La cassetta che vi faccio sentire oggi qui a casa di Hyde, che ringrazio tanto per la fiducia e la pazienza con cui ha aspettato il mio contributo per questo post a quattro mani, non è però una delle prime, realizzate con la tecnologia che ho descritto sopra, ma fa parte, diciamo, della seconda ondata. In quel periodo per avere un "misto" che raccogliesse le nostre canzoni preferite ci si faceva prestare gli LP da amici o fratelli o si duplicavano brani dalle nostre cassette più amate acquistate in negozio oppure, quando si sentiva una canzone che ci emozionava, spingevamo più veloci della luce, il rec del nostro apparecchio che, con il progresso della tecnologia, a quel punto aveva la radio incorporata. Ognuno dei modi non escludeva comunque l'altro, infatti in questa cassetta credo di averli usati tutti e tre.
L'arco di tempo in cui si snodano questi nove brani, è piuttosto lungo: dalla fine degli anni '60 fino a quella degli anni '70... Certi pezzi sono intramontabili e non è poi tanto strano che nel 1980 mi piacesse una vecchia canzone di Bacharach!
A parte qualche brano "estraneo"  si capisce all'ascolto che nutrivo un grande amore per la west coast, musica che mi faceva volare, trasmettendomi un grande senso di libertà, avventura e viaggio. E' presente anche una canzone italiana a cui ero e sono molto legata affettivamente perché....ma questo ve lo racconto dopo.





Playlist Ninfa Part A




Playlist Ninfa Part B


part A
1) Ventura Highway - America
2) Father and Son - Cat Stevens
3) Rimmel - Francesco De Gregori
4) Daniel - Elton John
5)This Guy's In Love With You – Burt Bacharach

part B
6) Peaceful Easy Feeling - Eagles
7) Old Man – Neil Young
8) Againist  The Wind – Bob Seger
9) Wish You Were Here – Pink Floyd



Mi sposto invece di argomento, mostrandovi alcune cose realizzate in quel decennio. Il disegno è stata un'altra scoperta appassionante e dai disegnini inganna-tempo scarabocchiati sui diari scolastici delle superiori o quelli sui quaderni di canzoni per la chitarra, sono passata nei primi anni di università a disegnare su fogli o cartoncini volanti di varie dimensioni. Fogli con cui tappezzavo la parete di fianco al mio letto di studentessa in trasferta a Bologna. La frase più usata dalle amiche e amici di allora per definire i miei disegni era sicuramente "mmhh... sono strani". Il più grande di questi strani, cm.70 x 100,  era invece appeso in basso nello stretto corridoio, zona di passaggio per arrivare in cucina, la stanza più viva e fumosa di tutta la casa. E un nostro amico, di quelli che venivano a trovarci assiduamente, spesso si rannicchiava, cosa non facile dato la sua altezza, davanti alla mio viso di donna con sole e luna per guardarlo. Quante volte mi ha chiesto se glielo regalavo...Mi riaggancio a  "Rimmel" perchè in fondo è sempre un ragazzo il protagonista di quest'altro ricordo, il ragazzo che considero il mio primo amico, quello con cui, durante le vacanze al mare, restavo di sera a chiacchierare sul dondolo finchè mia mamma non usciva in giardino per dirci che era tardi e voleva andarsene a letto. Un anno gli ho insegnato a fare alcuni accordi con la chitarra e l'estate dopo, quando ci siamo rivisti, non solo mi aveva di gran lunga superato in bravura, ma sapeva suonare tutte le canzoni dell'album di De Gregori, uscito da poco. Rimmel assieme a Pezzi di vetro erano le mie preferite.
Ninfa






































*********************



Immagino l'esistenza come un lungo interminabile corridoio di un Hotel sul quale si aprono un numero infinito di porte. E allora immaginate di aprire la porta con su scritto Mr.Hyde:
La cassetta innanzitutto. E' stata registrata, forse alla fine del 1980, dal radio registratore di mio fratello. Musica registrata dai suoi dischi che mi piaceva. Non ho trovato disegni del periodo '75 -'80, solo a partire dall'85 che pubblico lo stesso.. 






Playlist Hyde part A





Playlist Hyde part B




part A
1) You've Got a Friend - Lucio Dalla
2) (Well) Baby Please Don't Go - John Lennon and Frank Zappa
3) Morning  Morgantown - Joni Mitchell
4) Such a Night - Doctor John

part B
5) I shall Be Released - The Band and various artists
6) Tonight I'll Be Stanying  Here With You -Bob Dylan
7) Just For You -  Peter Green
8) Walk and  don't Look Back - Peter Tosh & and Mick Jagger














Hyde nel '67



Pantaloni all’inglesina,  gambe magre  e ginocchia sbucciate: salire e scendere dagli alberi  con la canottiera piena di mandorle verdi e correre via..Sono stato sempre fatto in questo modo. Correre su una pista a parte, dove non c’è gara, dove nessun altro mette piede perché non ne ha voglia, dove non si riesce a guardare dietro o davanti ma solo di lato. Una corsia dove i minuti sono fermi rispetto al tempo che scorre normalmente, dove le situazioni sospese nell’aria ti si sbattono addosso e continuano il loro corso lasciandoti  a guardare, inebetito. Una corsia dove cambiare è assurdo perché cambiare vuole dire “vivere” ed invece qui si “è” e basta. Mi vedo, vi vedo e provo invidia per tutto quello che fate anche se a volte è stupido ma con un proprio significato, un proprio senso compiuto. Quello che faccio io si esaurisce invece nell’impulso iniziale perché perde forza e significato nel momento stesso in cui nasce: è come tirare un sasso e vederlo improvvisamente inghiottito dal  vuoto. Sparire... Il gesto non ha effetto, addirittura ti sorge il dubbio di avere mai pensato di compierlo . Mi rendo conto che sarebbe stato meglio non nascere, sarebbe già stato sufficiente essere pensato dato che ora sono solamente un’appendice atrofizzata dell’idea di quello che avrei dovuto essere nelle intenzioni di chi mi ha messo al mondo..
Salire e scendere dagli alberi con la canottiera a mo’ di sacca carica di tutte le cose che avrei voluto fare. Solo intenzioni, solo ‘aver voluto’ e non avere mai compiuto. Mi si consolida sempre più l’idea che, per quel che mi riguarda, tutto assume le dimensioni di un vuoto fra le maglie di questa moquette lurida, polverosa, che odora di piscio, tabacco e piedi sudati..

…sento di essere avvolto da un lungo e spesso foglio di plastica per conservare i cibi. Però non sono un cibo. E  sono già andato a male..  
Mr.Hyde - 1979













Hyde nel '78


42 commenti:

Lucien ha detto...

Che bello sfogliare gli album dei ricordi. Auguri e complimenti per i tuoi 4 anni
Hey, Hyde nel '78, barbuto come ero anch'io!

mr.Hyde ha detto...

@ Lucien:
..la barba anche ora (con abbondanti sfumature di grigio)ciao amico mio e grazie!

Ninfa ha detto...

Bellissimo post, Hyde! Sono io che sono onorata di essere ospite di un artista, un poeta come te. Grazie e tanti auguri, non sapevo che questo sarebbe stato il modo di festeggiare anche il compleanno del tuo blog, è stata una sorpresa. Tornerò con più calma a gustarmi meglio tutto quanto, oggi è sabato e purtroppo sono un po' di fretta...Ciao!

mr.Hyde ha detto...

@ Ninfa:
Grazie per le gentili parole! In verità di questa storia del comple-blog me ne sono accorto anch'io qualche giorno fa , non prima, così ti ho coinvolta, con grande piacere! Spero che l'allestimento della galleria ti sia piaciuto e che sia consono alle tue creazioni.Per il resto ci sentiamo quando hai letto più approfonditamente il tutto.Buona serata e Buona domenica e grazie ancora!

Costantino ha detto...

Bellissimo post! complimenti a Ninfa ( dal cui blog sono stato indirizzato qui) e a mr.Hyde!

Ambra ha detto...

Ma che meraviglia di post è nato dalle vostre quattro mani! Siete così diversi, tu e Ninfa, vi esprimete con disegni e pensieri così diversi, eppure vi lega un filo di armonia che ha reso questo post un piccolo capolavoro.
Complimenti a te, Mr. Hyde e a te, Ninfa.

mr.Hyde ha detto...

@ Costantino:
Grazie, piacere di conoscerti.Spero che ti sia trovato a tuo agio fra i Confusi..

mr.Hyde ha detto...

@ Ambra:
Vero quello che dici: è questa 'diversità' che rende il post interessante: due angolazioni diverse che ampliano la visuale su quel periodo così ricco ed entusiasmante della nostra vita.
Grazie per le belle parole.Un abbraccio.

Alligatore ha detto...

Auguri per i 4 anni di blog Mr Hyde... un blog sempre colorato e pieno di spunti interessanti, sia musicali, sia grafici...

mr.Hyde ha detto...

@ Alligatore:
Grazie mille.Cerco di postare sempre qualcosa di interessante e ben curato, almeno, nelle mie intenzioni..
Sono i vostri apprezzamenti che mi incoraggiano e hanno fatto fatto vivere questo blog per quattro anni!

m4ry ha detto...

Me lo sono goduto questo post...letto in due volte...Giovedì, ero a casa di mia mamma, e mi sono messa a frugare tra le mie vecchie cose...ma sai che ho ritrovato un po' di cassette...non hai idea di quante ne registrassi...e anche allora, come oggi, mi piacevano i minestroni. Saltavo da una cosa all'altra. Sono sempre stata un'ascoltatrice di pancia, più che di orecchie..una gran casinara. Assolutamente democratica :) E poi, mi sono immersa nei miei diari..ahahaha...c'era di tutto..e ogni tanto, qualche riferimento ai compiti da fare :) Passare da te è sempre un piacere. E' bello entrare, curiosare...riflettere...Buon blog-compleanno. Continua così ! E come sai, sono assolutamente felice di averti incrociato in questo mondo/mare virtuale. Un abbraccio e buona domenica.

mr.Hyde ha detto...

@ m4ry:

Certo, anch'io sono felice di conoscerti.Anche perchè sento di essere capito da te eda tutti coloro che frequentano il mio blog.Come ho detto anche altre volte abbiamo tutti dei ricordi e il loro denominatore comune è la musica, le scuole che abbiamo frequentato, gli scazzi con la famiglia, le avventure,i pellegrinaggi, gli scioperi etc.., qui ogni tanto diventa una piazza dove incintrarci e parlare di queste cose..Grazie per le belle parole.
Un abbraccio e buona domenica!

Blackswan ha detto...

Cosa si può dire di fronte a un blog così, a dei post così, a questa musica e a queste parole ? Continua a regalarci emozioni! Tanti auguri, Mr. Hyde !:)

mr.Hyde ha detto...

@ Blackswan:
Spero di poter pubblicare dei post che piacciano e facciano pensare o divertire o che suscitino un minimo di interesse.Certo, dopo 4 anni la cosa comincia ad essere più difficile, ho ispezionato soffitta, armadi, cassetti e respirato un sacco di polvere.Spero di trovare ancora altro materiale da proporre.Un abbraccio e un enorme grazie!

Nella Crosiglia ha detto...

Che meraviglia questa suonata a quattro mani, questi ricordi in certi passi , comuni, questo voler essere e poi svanire, queste illusioni attese e delusioni, queste canzoni che facevano vagamente parte del mio bagaglio e quei disegni meravigliosi della tua amica, scusami Hyde, che mi hanno letteralmente affascinato..
Mi butto ..posso averne in regalo o a pagamento almeno una copia anche picccina...troppo belli! Grazie per questa "chicca" e un bacio comune!

Bartolo Federico ha detto...

meglio confusi.... che rincoglioniti. Un abbraccio fratello

MikiMoz ha detto...

Innanzitutto un grandissimo augurio per il tuo blogcompleanno!
Il tuo è un blog davvero particolare... e questo post spacca! Sai già che amo molto i tuoi disegni "ammazzatempo", e le pagine dei tuoi vecchi diari scolastici. Poi, con questa musica che attraversa tre decadi, è tutto ancora più magico!

Moz-

Sandra M. ha detto...

Questo è uno dei post in assoluto più belle tra tutti quelli che ho letto in questi quasi cinque anni di mia frequenza in questo mondo. Grande emozione mi avete procurato e mi tremano le dita scrivendo il commento mentre scorre la traccia musicale.
Io avevo - ed ho ancora -un "Geloso" , quel registratorino con le bobine a nastro; fu un regalo di fine terza media, un regalo che mi deluse tanto perché io desideravo un mangiadischi in realtà. E ricordo tutta la trafila di avventura che Ninfa descrive per registrare e giocare con suoni e voci.
Quanta invidia, Ninfa, per i tuoi diari e disegni sopravvissuti; i miei li buttò nella pattumiera mia mamma molti anni fa e senza chiedere. Se ci penso mi viene ancora una specie di spilla nello stomaco.
E meraviglia anche gli scritti e le foto di Hyde...con le sue ginocchia - e non solo-sbucciate. Bravissimi, ragazzi. Davvero complimenti.
P.S.: buon compleanno al tuo blog, Hyde.

mr.Hyde ha detto...

@ Nella:
Grazie per le tue belle parole di apprezzamento cara amica, so che non si insensibile nè alla musica, ne ai ricordi che vi rimangono legati..Per quello che riguarda i disegni penso che anche Ninfa non abbia problemi a farti una copia dei suoi.Un grande abbraccio da entrambi.

mr.Hyde ha detto...

@ Bartolo Federico:
Certo, ed anche: meglio confusi che allineati!
Un abbraccio.

mr.Hyde ha detto...

@ Miki Moz:
Grazie per gli auguri e per i complimenti da parte mia e di Ninfa che si farà ancora viva su questo post.Certo che, quando sono partito con questo blog, non pensavo che gli scarabocchi dei miei diari e le cassette che ascoltavo avrebbero destato attenzione.Chissà perchè tutto quello che è legato al passato,al nostro passato, è diventato così prezioso..
Un carissimo saluto e grazie ancora ,Moz!

mr.Hyde ha detto...

@ Sandra:
Caspita Sandra è veramente un bel complimento, il tuo: fra l'altro seguendo il tuo blog, ho visto che anche a te capita di fare delle escursioni nel passato regalandoci tanti bei post che ho letto con piacere ed apprezzato.
Il Geloso, quello con i tasti nero,giallo,rosso,verde, lo usava anche mio fratello e registrava con il microfono esterno, pensa un po', la tecnologia che enormi passi avanti ha fatto.Ho ancora di quelle bobine e muoio dalla curiosità di ascoltare quello che c'è inciso Ma se ne becco uno funzionante tutto quelle registrazioni andranno a finire su questo blog!!
Un abbraccio e grazie ancora delle belle parole di apprezzamento.Penso che anche Ninfa ti ringrazierà da parte sua!

Ninfa ha detto...

Certo, ringrazio tantissimo Sandra (e le dico, solo per farle invidia in modo scherzoso, che io oltre ai diari e ai vecchi disegni un tempo avevo anche il mangiadischi...)così come Ambra, Nella, Costantino, ma anche i tuoi amici che spero non siano rimasti scioccati dalla mia un po' ingombrante presenza! Alla nostra amica comune Nella vorrei dire inoltre che sono felice che le piacciano i miei disegni e che le regalo molto volentieri le copie che desidera (che Hyde, gentilissimo e più efficiente di me, ti spedirà). Mi dispiace solo che la qualità delle foto sia un po' scarsina.
Questo post mi piace davvero tanto, sai? Ora che me lo sono guardato per bene, quasi quasi lo copio, spero non ti dispiaccia, così farà parte dei miei cassetti di ricordi virtuali. Penso sia vero che a parte le diversità che ci sono tra noi, tra le nostre gioventù, ci siano tratti che ci accomunano e che rendono questo lavoro un tutto armonico.
Grazie ancora e complimenti per il tuo scritto intenso e maturo, per i tuoi disegni (mi piace moltissimo quello degli "sposi") e per la tua cassetta: che bella la versione di Dalla e poi..."such a night" la cantava per caso anche Arbore?! Ciao Hyde.

mr.Hyde ha detto...

@ Ninfa:
E' stata un 'esperienza divertente e piacevole: sono sicuro che molti dei miei e dei tuoi followers hanno avuto un quaderno d'appunti , un tuccuino, le cassette con le musiche preferite da ascoltare, possibilmente con il mangianastri (ricordi i primi walkman con le cuffiette?).Un ricordo che abbiamo tutti in comune e che subito se ne trascina dietro altri..
Ti ringrazio per esserti prestata al gioco -però sapevo, conoscendo il tuo blog e la tua creatività, che avresti postato delle belle cose,i tuoi disegni sono quelli classici che vengono fuori pensando ad altro e mi piacciono molto - e sapevo che l'aspetto interessante del post sarebbe stato proprio la diversità,il contrasto fra i modi di esprimersi.La musica invece, è un elemento unificatore..Such as night, si, penso che la cantasse Arbore napoletanizzandola.Però preferisco l'originale.
Va bene, diciamo che questa volta è andata bene, facciamoci i complimenti e chissà, magari la prossima volta vediamo di tirare fuori qualche post simpatico come questo.Un abbraccio.

mr.Hyde ha detto...

@ Ninfa:
...dimenticavo, il post è anche tuo quindi puoi farne quello che vuoi!!!

Nella Crosiglia ha detto...

Grazie grazie ed ancora grazie per tutto, e per le vive emozioni che ci avete dato..
Ninfa non ho parole per il regalo, sarà per me di nuovo Natale ed è da un po' di tempo che non lo ricordo nemmeno!!!
Vi stringo forte forte!

mr.Hyde ha detto...

@ Nella:
http://www.divshare.com/gallery/1203648-b52

http://www.divshare.com/gallery/1203645-325

http://www.divshare.com/gallery/1203645-325

Per qualsiasi problema fammi sapere!

Ninfa ha detto...

Se i miei disegni contribuiscono anche solo un po' a creare quell'atmosfera natalizia di scambi doni fatti col cuore ne sono molto contenta, Nella. Ricambio l'abbraccio!

Ninfa ha detto...

Post copiato...grazie e un abbraccio anche a te, Hyde!

mr.Hyde ha detto...

@ Ninfa:
Molto bene. Buona serata!

Anonimo ha detto...

Chi ha vissuto quegli anni non può prescindere dalle cassette. Da quelle compilation, dagli Album di un amico registrati con cura.
Nei '70 la piastra di registrazione era venerata come il piatto per i dischi in vinile.
Altri tempi...
ciao bro
e complimenti ninfa...
Magar

mr.Hyde ha detto...

@ Magar:
e si, c'era una vastità di materiale di quel tipo e anche costoso, ricordo! Altri tempi si..sembra che siano passati millenni! Ciao bro!

Ninfa ha detto...

Grazie, Magar!

Nella Crosiglia ha detto...

Con questa non connessione , causa allerta rossa, non riesco..ma ci riprovo..
BacioMr. Hyde!|!!!

mr.Hyde ha detto...

@ Nella:
Se non riesci dammi una mail che ti spedisco tutto!

Berica ha detto...

Le tue cassette come le mie...

Vi ringrazio per questo bellissimo post a due teste. :)

mr.Hyde ha detto...

@ Berica:
Le cassette, le speranze e le incazzature attuali, anche queste abbiamo in comune...Grazie a te anche da parte di Ninfa.

Ninfa ha detto...

Sono un po' assente dal mondo virtuale, ma mi fa piacere ogni tanto venire a vedere il post "a due teste"...grazie a te Berica!

Marina Salomone ha detto...

Quanti ricordi e quante cose che in realtà non sono per nulla cambiate... l'anima è la stessa...nelle vostre foto di molti anni fa gli stessi occhi di oggi...bellissime le play lists e i diari....ho ritrovato in voi la stessa mia storia anche se io in fatto di musica e di diari non ho conservato nulla....un abbraccio pieno di entusiasmo e complimenti per questo blog!!!!

mr.Hyde ha detto...

@ Marina Salomone:
Come ho scritto in varie occasioni tutte le storie di ognuno di noi (che appartiene più o meno alla stessa generazione)hanno dei luoghi in comune, e un post con questi contenuti è un luogo dove ci s'incontra sempre, con piacere. Si prova la curiosità e l'emozione di riaprire cassetti dopo tanto tempo.
Grazie per essere passata, Marina.

Ninfa ha detto...

E' proprio l'emozione di riaprire cassetti dopo tanto tempo. Se tu, Hyde, non mi avessi proposto questo progetto, non sarei andata certo a frugare nei ricordi, tra foto e cassette... E il bello è, come dici tu Marina, che ci si riconosce, soprattutto quelli della stessa generazione, negli stessi "luoghi". Grazie per essere passata dal blog di Hyde che i complimenti se li merita tutti!

mr.Hyde ha detto...

@ Ninfa:
Bé, si puo' dire che il post è piaciuto. E il merito va diviso in parti uguali!Una piacevole e interessante esperienza per ricordare che noi siamo l'insieme di tutte queste cose appiccicate qui sopra.Un piccolo pezzetto di storia di una decina d'anni..
Ringrazio ancora te e tutti quelli che sono passati da queste parti.